Aufrufe
vor 3 Jahren

ONELIFE #37 – Italian

  • Text
  • Onelife
  • Rover
  • Sempre
  • Strada
  • Guida
  • Mondo
  • Anni
  • Dice
  • Essere
  • Storia
  • Veicoli
Land Rover’s Onelife magazine showcases stories from around the world that celebrate inner strength and the drive to go Above and Beyond. For this issue of Onelife we visited Maneybhanjang in the Indian Himalaya, where Land Rover Series Is and IIs rule the roost, we followed the north star to the Land Rover Ice Academy in Arjeplog, Sweden, which offers thrilling ice driving action and bring you the story of outdoorsman Monty Halls and his family who are out with a Discovery for a scenic escape in Ireland.

“C’È QUALCOSA DI

“C’È QUALCOSA DI MAGICO NELL’ATTRAVERSARE IN SILENZIO LE FORESTE” La Land Rover Ice Academy, che dà sullo spettacolare lago Hornavan, con una superficie di 250 km 2 , offre corsi di guida su ghiaccio da tre e quattro giorni con istruttori esperti. Gli ospiti imparano a manovrare gli ultimi veicoli Land Rover su una serie di percorsi che comprendono slalom intricati, emozionanti deviazioni ad alta velocità e guida fuori strada fra gli alberi ricoperti di neve. E la “curva di apprendimento”, qui, è ripida. Rispetto a quella di tutti i giorni, la guida su ghiaccio è un’esperienza molto particolare, in cui la pazienza è fondamentale, come sostengono gli oltremodo pazienti istruttori dell’Academy stessa. È importante trovare il perfetto equilibrio fra l’accelerazione, la sterzata e la frenata: riuscendoci ti sentirai di volare sul ghiaccio; fai un errore e in men che non si dica ti capiterà di ruotare su te stesso fino a cozzare su un banco di neve. Prima, quello stesso giorno, mi era capitato di provare quest’esperienza in prima persona a bordo di una Range Rover Velar. Dopo un briefing nello chalet di Experience, nelle vicinanze del lago, la prima sfida da superare è stata percorrere quello che, a prima vista, sembrerebbe un semplice percorso a slalom. “Trova il giusto compromesso e lascia che a guidarti sia lo scatto”, dice il mio istruttore Andre D’Cruze, mentre mi spiega quando voltare, quando frenare e quando premere sull’acceleratore. “Qui non si possono fare degli aggiustamenti immediati, come accade sull’asfalto. Quindi non sterzare mai con decisione”. Nonostante le indubbie abilità fuoristrada della Velar, la mia mancanza di esperienza iniziale mi porta a fare all’inizio più piroette di una pattinatrice su ghiaccio. Ma dopo qualche giro, diventa più facile capire quando è il momento giusto per decelerare e svoltare. Certo, siamo ancora molto lontani dalle capacità da stunt di Hollywood di Andre, ma è comunque indice di un progresso. Oltre alle emozioni del percorso, il programma Land Rover Experience ad Arjeplog prevede molte altre attrattive con un tasso di adrenalina minore, come un giro in macchina verso nord, per ammirare la bellezza struggente del Circolo Polare Artico, un tonificante tour in motoslitta o un sereno giro su una slitta trainata da cani husky. “Questo posto è davvero bellissimo e c’è qualcosa di magico nell’attraversare in silenzio le foreste”, dice Malin, mentre dopo il giro sulla slitta ci riscaldiamo all’interno dell’hotel Silverhatten, che dà sul lago Hornavan, con un pranzo squisito a base di bistecche di renna e burger di alce. La coppia mi spiega come ha fondato la società Cold-Nose-Huskies, dopo che i due si erano conosciuti al centro di addestramento di husky. Malin, della Svezia settentrionale, è una guida 64

RIGHT XXXXXX A sinistra: Dopo un giro rinvigorente ci rilassiamo davanti a un fuoco scoppiettante, all’Hotel Silverhatten. Sotto: La Velar si sente a casa sua anche nell’Artico UNA BELLA SCOPERTA Il design della Velar le è valso il prestigioso premio di World Car Design of the Year 2018. Ma la sua bellezza va oltre le apparenze. Il sistema Torque-on-demand sulle quattro ruote le conferisce prestazioni eccellenti in strada e fuori strada, mentre il Terrain Response ne assicura la maneggevolezza anche nelle condizioni più difficili. 65