Aufrufe
vor 2 Jahren

ONELIFE #37 – Italian

  • Text
  • Onelife
  • Rover
  • Sempre
  • Strada
  • Guida
  • Mondo
  • Anni
  • Dice
  • Essere
  • Storia
  • Veicoli
Land Rover’s Onelife magazine showcases stories from around the world that celebrate inner strength and the drive to go Above and Beyond. For this issue of Onelife we visited Maneybhanjang in the Indian Himalaya, where Land Rover Series Is and IIs rule the roost, we followed the north star to the Land Rover Ice Academy in Arjeplog, Sweden, which offers thrilling ice driving action and bring you the story of outdoorsman Monty Halls and his family who are out with a Discovery for a scenic escape in Ireland.

AVVENTURA IN IRLANDA Per

AVVENTURA IN IRLANDA Per chiunque ami viaggiare, un confine rappresenta sempre qualcosa di speciale: un passaggio fra un mondo e un altro che ti trasporta in un nuovo ambiente acuendo i sensi ed arricchendo la tua esperienza di girovago. E per quanto mi riguarda, nessun confine è più attraente di quello che esiste fra la terra e il mare. I litorali hanno sempre esercitato un fascino particolare nella storia dei viaggi e delle esplorazioni, e questo litorale specifico, ovvero la tortuosa e variegatissima costa del Donegal, è particolarmente incantevole. Il Donegal è la contea più a nord-ovest d’Irlanda, e perciò rappresenta l’ultimo punto di ormeggio dell’Europa occidentale. È uno di quei pochi posti dove si possono immergere le punte dei piedi nella vastità dell’oceano mantenendo i talloni sul vecchio continente. Personalmente, questo posto mi è familiare. È stato infatti qui, a Capo Malin (la punta più settentrionale d’Irlanda), che nel 2011 ebbi uno degli incontri marini più memorabili della mia vita: un giorno meraviglioso, centinaia di squali elefante avanzarono nelle limpide acque della baia sotto le scogliere frastagliate del promontorio formando un’aggregazione indimenticabile del secondo pesce più grande al mondo; erano stati attratti qui dalla corrente, dalla marea, dal plankton e dal sole, che dominava il cielo in una giornata limpidissima. Ora vi ritorno dopo sette anni con la mia famiglia, per condividere insieme a loro non soltanto le meraviglie della costa, ma anche l’entroterra di smeraldo di una delle contee più selvagge e meno popolate d’Irlanda. La mia seppur debole connessione con questo Paese si basa su un profondo affetto per il territorio e il suo popolo che ho maturato durante le riprese della serie per la BBC The Great Irish Escape, avvenute diversi anni fa. Ma questo non è molto rispetto ai legami ancestrali di mia moglie Tam, manifestati chiaramente nelle nostre due bambine Isla e Molly (quest’ultima, in particolare, con i suoi capelli rosso fuoco, somiglia a una figurina celtica in carne ed ossa). Ed è anche per questo che ci è sembrato importante portare le nostre bambine in questa contea di acque selvagge e dal cuore antico, dove la cultura irlandese è preservata e celebrata: rappresenta un dono che facciamo a Isla e Molly, sebbene anche noi ne trarremo giovamento. Fare i bagagli per una settimana non è un'impresa facile, viste le pretese dei bambini (e non sono solo capricci veniali, diciamolo) per i viaggi a lunga percorrenza. Eppure, l’enorme capacità di Land Rover Discovery l’auto scelta per la nostra avventura in famiglia ci ha permesso di trovare spazio per tutto: una quantità colossale di scatole, zaini, secchielli e palette, e un gran borsone per me. Abbiamo anche portato con noi una barca: non mi andava proprio di visitare le oltre 700 miglia della costa del Donegal senza la possibilità di lanciarmi nell’Atlantico a visitare le isole e le insenature nascoste nei paraggi. Il trasporto del rimorchio è stato facilissimo e Land Rover ha certamente fatto grandi passi in avanti per assicurare che l’esperienza fosse assolutamente priva di stress, per non dire divertente. L’unico problema, a dire il vero, è stato ricordarsi di avere un traino dietro. E prima di quanto sperato siamo riusciti ad arrivare a destinazione, appagati, in forma e ancora felicemente sposati! La nostra esplorazione del Donegal sarebbe durata una settimana, il che non è assolutamente sufficiente per assaporare tutto quello che questo luogo può offrire. Dopo tutto, questa è la destinazione di viaggio che il National Geographic ha eletto come la migliore al mondo nel suo elenco del 2017. Ma noi abbiamo provato a vedere questo viaggio con gli occhi di due bambine di sei e di quattro anni: quali sarebbero state le esperienze capaci di lasciare dei ricordi che sarebbero durati una vita? Cosa avrebbe acceso la loro immaginazione? Abbiamo immaginato che dei ristoranti alla moda e dei tranquilli alberghetti non avrebbero fatto per La Discovery porta gli Halls e le loro tavole da surf a Rossnowlagh Beach. A Tullagh Bay, i quattro si godono un giro a cavallo 54

RIGHT XXXXXX “COSA AVREBBE ACCESO LA LORO IMMAGINAZIONE E LASCIATO DEI RICORDI DESTINATI A DURARE PER SEMPRE?” 55