Aufrufe
vor 2 Jahren

ONELIFE #37 – Italian

  • Text
  • Onelife
  • Rover
  • Sempre
  • Strada
  • Guida
  • Mondo
  • Anni
  • Dice
  • Essere
  • Storia
  • Veicoli
Land Rover’s Onelife magazine showcases stories from around the world that celebrate inner strength and the drive to go Above and Beyond. For this issue of Onelife we visited Maneybhanjang in the Indian Himalaya, where Land Rover Series Is and IIs rule the roost, we followed the north star to the Land Rover Ice Academy in Arjeplog, Sweden, which offers thrilling ice driving action and bring you the story of outdoorsman Monty Halls and his family who are out with a Discovery for a scenic escape in Ireland.

LA NOSTRA STORIA AD UN

LA NOSTRA STORIA AD UN INCROCIO Nel 2004, gli autisti hanno creato la Singalila Land Rover Owners Association, il cui capo è Chandan Pradhan. Lo incontro nella camera familiare sul retro del suo emporio. Lo scopo principale dell’associazione, mi spiega, è di proteggere gli interessi di tutti gli autisti. Se un membro si ammala, ad esempio, o necessita di cure mediche, tutti gli altri membri devono aiutarlo offrendogli un prestito a interessi zero. L’associazione dà inoltre agli associati un’equa possibilità di guadagno: quando un conducente esegue un percorso, il suo turno successivo avverrà soltanto dopo che gli altri 41 membri avranno fatto lo stesso. Il sistema di questa cooperativa chiaramente funziona: tutti i figli degli autisti frequentano le scuole e, mi dice Chandan, “tutti loro possono permettersi di fare dei bei regali alle loro mogli. Sono queste vecchie Land Rover che rendono possibile tutto questo”. Il governo locale ha proposto di vietare a questi vecchi veicoli, che non soddisfano le attuali norme sulle emissioni, di essere usati come taxi. Ma la speranza che le cose non cambino rimane, crede Chandan, dal momento che vi è un forte sostegno da parte delle autorità. Anche la polizia regionale di frontiera usa queste Land Rover negli avamposti, proprio per la loro affidabilità. Il governo ha anche proposto dei piani per completare i lavori “SE LE LAND ROVER sulle sezioni restanti della strada, in modo che anche altri veicoli SCOMPARISSERO, riescano a raggiungere Sandakphu, PERDEREMMO UNA ma questa non sembra un’ipotesi di grande successo, mi viene GROSSA PARTE DI detto. Dawa Tenzin è uno degli autisti di Land Rover più giovani di QUELLO CHE RENDE Maneybhanjang. È un eloquente UNICA MANEYBHANJANG” laureato tornato nella sua città natale per seguire le orme del padre. “Sì, la maggior parte dei villaggi remoti dell’India stanno lottando per ottenere strade migliori, ma la strada per Sandakphu dovrebbe rimanere difficile, così com’è”, dice Tenzin. “La gente viene in questa parte del mondo per amore dell’avventura, e questa strada così impervia ne è parte. Se dovesse essere modificata e diventare percorribile anche per le due volumi, arriverebbero ancora più turisti. E più turisti significa più denaro, ma anche più inquinamento, più rumore e più sporcizia. Il paese perderebbe il suo fascino. La strada deve rimanere difficile da percorrere perché se non lo fosse le Land Rover scomparirebbero, e se ciò accedesse perderemmo una grossa parte di quello che rende unica Maneybhanjang”. Non posso che essere d’accordo con lui. Sono rimasto qui tre giorni e posso vedere chiaramente che le Series I hanno contribuito al destino di quello che altrimenti sarebbe stato un altro anonimo villaggio sull’Himalaya. Sono state le Land Rover a rendere Maneybhanjang un posto tanto speciale. GUARDA IL FILMATO Per viaggiare con Land Rover nel cuore dell’Himalaya, cerca “Land of Land Rovers” su YouTube Chandan (in basso) è a capo dell’associazione degli autisti che sostiene la comunità locale. Tenzin (nel centro) vuole che la strada resti poco praticabile, per proteggere il carattere del posto 38

RIGHT XXXXXX 39