Aufrufe
vor 3 Jahren

BORA Magazine 01|2019 – Italian

  • Text
  • Bora
  • Cottura
  • Rivista
  • Sistema
  • Cucina
  • Essere
  • Piani
  • Prodotto
  • Sempre
  • Grazie
BORA Magazine is published in 13 languages. It invites the reader to learn more about the BORA products and discover fascinating stories behind the brand.

VIVERE RAPPORTO SULLE

VIVERE RAPPORTO SULLE TENDENZE Il famoso designer tedesco Werner Aisslinger aveva già realizzato questa visione un paio di anni fa in una villa di Berlino. La sua cucina del futuro era un biotopo in stile serra. Qui non si cucinava solamente, ma si seminava, coltivava e mieteva. Sui fondi del caffè raccolti crescevano funghi commestibili, l’elemento fondamentale dell’impianto era costituito da un acquario nel quale nuotavano dei pesci. Le loro scorie costituivano il concime per i container con tutti gli orti di insalata, di erbe aromatiche e verdura collegati alla circolazione dell’acqua. Sostenibilità, conservazione delle risorse, prevenzione dei rifiuti, recycling e upcycling hanno fornito ad Aisslinger l’ispirazione per le sue idee di design. Non vede la cucina del futuro come una ”navicella spaziale del design“, ma piuttosto come un laboratorio d’alchimia biologica: ”Gli ambienti si modificano quando le abitudini di vita subiscono un’evoluzione. Kitchen Farming è un progetto alternativo per una cucina nella quale gli elettrodomestici devono comunicare tra loro.“ La sua visione deriva dalla sue conoscenze nel settore dell’acquaponica e dell’idrocultura. Procedimenti che combinano le tecniche della pescicoltura e la coltivazione di piante per mezzo dell’idrocoltura. L’agricoltura in acqua invece che in terra è, a dir la verità, un principio molto antico. I giardini pensili degli Aztechi o quelli thailandesi sono degli esempi. Come funzionano queste acquacolture? Consigliamo di ricercare in rete! Le spiegazioni travalicherebbero l’ambito del presente articolo. Rimane la domanda, ma per quale astruso motivo la popolazione delle aree urbane dovrebbe volersi dare al giardinaggio? Dove c’è un supermercato dietro l’angolo che offre tutto ciò che cuore e stomaco desiderano? Non può dipendere solamente dal modo di vita vegetariano e vegano in continuo aumento. Probabilmente la colpa è da imputare al sistema limbico. C’è qualcosa di arcaico nel mietere ciò che si è piantato con le proprie mani. Un bisogno innato. Il tronco encefalico non ha dimenticato che una volta eravamo cacciatori e soprattutto raccoglitori, ”Il Kitchen Farming ha ottime possibilità di diventare la prossima tendenza lifestyle.“ BARBARA FRIEDRICH In alto e a sinistra: queste camere termorefrigerate sfruttano la tecnologia NASA dell’“aeroponica“ nelle quali aromi, frutta e verdura crescono senza l’ausilio della terra. Una nebbia sottile di acqua e sostanze nutritive alimenta le piante senza bisogno di pesticidi. 88 RIVISTA BORA

Ritratto: Bärbel Miebach anche se oggi questo aspetto si riferisce sempre meno alla ricerca di nutrimento. Ma questo è un altro argomento. Naturalmente l’idea dell’autosufficienza in città non è un concetto completamente utopico. Da oltre un decennio è alla base di una mega tendenza, lo Urban Gardening: una Bohéme da grande città coltiva terreni incolti statali - stanziati o ”espropriati per lo scopo“ - come ad es. il Prinzessinnengärten nel quartiere Kreuzberg di Berlino. Sui balconi germogliano sempre più spesso, accanto alle erbe aromatiche anche i pomodori e addirittura le fragole dai vasi di fiori. Molti affittano insieme ad altri appassionati anche un orto comunale in concessione - cosa considerata fino a non molto tempo fa decisamente piccolo borghese. Per questo il Kitchen Farming ha ottime possibilità per diventare la prossima tendenza lifestyle. BARBARA FRIEDRICH Barbara Friedrich, per molti anni redattore capo di riviste di architettura e interior design (1999 2016 di Architektur&Wohnen), è dal 2016 libera professionista come autrice, presentatrice e membro della giuria nell’ambiente del design. Produce tra l’altro video clip sui classici del design da vedere su YouTube e sul suo sito web www. barbarafriedrich.de. È membro del Rat für Formgebung (Consiglio del design tedesco) e fa parte della giuria di molti concorsi di design. RIVISTA BORA 89